mercoledì 1 ottobre 2008

Perché i nodi vengono al pettine.

BELLOCCI E BELLOCCE: IL MISTERO DELLE FOTO IN VETRINA

Le foto sulle vetrine dei parrucchieri. E dei barbieri.
Perchè tutti le mettono. Chi le fornisce. Perchè cazzo tutti le mettono.
Dico tutti.
Dal gian-lui-davidd da 60 euro a sforbiciata al peggio barbierazzo di quartiere, quello che sa fare spazzola, militare e primo McCartney quando è in buona.
Chiome luminose di adoni, ciuffi impresentabili di lolitone.
Fotografie che paiono il retro di un vinile degli Europe e scatti patinati e lucidi come fossero unti.
Possibile che non ci sia un cristiano d'un barbiere in questo paese che decide di aprire un parrucchiere e di gestirsi la vetrina senza facce, senza la referenza di modelli mai visti e mai incontrati?
I tatuatori mettono i tatuaggi che hanno effettivamente portato a termine.
I parrucchieri no. Pescano a caso da cataloghi e moquettari umani.
Perchè tutti le mettono, cosa stanno cercando di dirci?

1. Qui dentro sappiamo farti i capelli come quelli del belloccio nella foto (ma devo essere già belloccio?).

2. Qui dentro entrerebbe volentieri anche il belloccio della foto, a farsi tagliare i capelli o anche solo a vedere com'è l'arredo.

3. Questo è un posto per bellocci.

4. Esiste un mondo di bellocci che si accoppiano con le bellocce della parrucchiera all'angolo. Tu non c'entri - scordatelo - sfigato.
Ora che l'hai capito, renditi conto che questo è il genere di posto in cui quelli come te vanno a farsi tagliare i capelli.


Dev'essere questa.

men-hair-color


APRIRE UN PARRUCCHIERE. PERCHE' NON CONVIENE.

Mettiamo che domani apri un parrucchiere, mettiamo che non hai amici, che sei in quartiere in cui non conosci nessuno.
Affitti il posto, lo arredi, compri i prodotti, assumi una sciampista.
Chi ti porta le foto? Quando decidi di metterle?
E soprattutto, come fai a farti una clientela?
Quante probabilità hai che qualcuno passi davanti, che pensi cazzo-mi-devo-tagliare-i-capelli, che non abbia già un parrucchiere di fiducia, che abbia con sè i soldi ed entri?
E anche se lo facesse, ne rimanesse pure entusiasta, quanti amici potrà mai convincere successivamente? Quanto tempo ci vuole perché questa catena possa darti i soldi per pagare la sciampista?

Un veloce calcolo.
Apri in quartiere X, solo nella tua via hai venti portoni, ventisei citofoni e una media di ventiquattro targhette per citofono. Facciamo due inquilini a targhetta.
Non ho voglia di fare il conto per benino, ma diciamo millecinquecento persone.
180 sono vecchi di quelli che o non ne hanno più o hanno altre cose a cui pensare, tipo non farsi sbranare il cadavere dai gatti.
100 si taglieranno i capelli da soli, perché io mica ho i soldi per bla bla (e allora fatti anche il pane).
100 se li fanno tagliare dall'amica che li taglia abbastanza bene tranne quella volta che.
200 calvi.
150 vanno giù di macchinetta per assomigliare a Cannavaro et similaria.
50 metallari che piuttosto che tagliarmeli.
30 rastoni.
70 lattanti di qauelli ancora glabri.
20 suore di professione - che avranno un circuito loro per far tutto.
40 amici, parenti, creditori del parrucchiere dell'isolato dopo.
Rimangono circa 500 teste potenzialmente seducibili.
400 di queste hanno già un posto dove vanno abitualmente.
Ti rimangono 100 zucche, di cui 12 in causa col loro ex-parrucchiere - e ancora parecchio intrattabili quando si entra in argomento.
88 persone su cui sperare, passanti di altre zone esclusi.
Un taglio ogni 2 mesi di media.
Un totale di 600 tagli in un anno.
Un guadagno netto di 8 euro a taglio.
5000 euro in un anno.
Cazzo, forse mi conveniva mettere fuori le foto.

reklamemarke coiffeur

4 commenti:

skirry ha detto...

aprire un bar?

FU TOLSTOJ ha detto...

NON SO CHE DIRE. . MINISTRI. . POVERI PARRUCCHIERI...SE PENSIAMO ALLA COMPETIZIONE CINESE POI...CON 6 EULO PIEGA DA PAULA E LECCATI COME VACCHE PEL UNA SETTIMANA!!! . .MA IL VERO PROBLEMA PER ME è CHE TROPPI SI FERMANO A GUARDARE STE IMMAGINONE FUORI LE VETRINE CHE I PARRUCCHIERI METTONO PER ACCATIVARSI UN Pò I CLIENTI MA NESSUNO POI GUARDA DENTRO PER VEDERE SE C'è UN TIPO SCHIC CHE CI LAVORA O UN SIGNORE CHE HA PER SHAMPISTA LA MOGLIE E PER AIUTO IL SUO FIGLIOLO...TUTTI ATTACCATI ALL'IMMAGINE ALLA NOTORIETà DEL PARRUCCHIERE ..SE DAVID O COPPOLA..BIG O FERNANDO...COME NELLA VITA INSOMMA...TUTTO PARTE DA QUELLO CHE HAI ATTACCATO ADDOSSO...BEL PROBLEMUCCIO DIREI. . .

Figlio della Soda ha detto...

No, io un lo so come funziona da voi, ma qui da noi in Toscana, invece il settore ha avuto un'impennata paurosa, grazie a quei programmoni Tv (reality, rinTronisti,...) dove i protagonisti hanno tagli di capelli impossibili scolpiti in ore e ore di gestione gel misto lacca e spuma.
Sono tagli che non puoi saper gestire da solo a casa tua, quindi succede che ogni 10 giorni torni dal tuo parrucchiere di fiducia per ricreare l'artefatto. E questo phenomeno colpisce tantissimi ometti, dalle prime esplosioni ormonautiche dei 13-14 anni sino agli ultimi baluardi del pre-calvizia dei 40-50enni!!!
Da noi i parrucchieri non se la passano malissimo, fidati, anzi io comincio a pensare che ci sia una specie di "governo ombra" di parrucchieri alle spalle del mondo dello spettacolo!!
a me che non sono mai andato dal parrucchiere in vita mia mi domandano: ma coi capelli lunghi non ti sembra di perdere tempo per curarli?
Curarli? che non lo sai che il capello è sostanza morta? ha una sua radice, ma quella c'è che tu l'abbia rasato a zero o lungo due metri...
no vedrai state meglio voi a passare 40 -50 mEnuti in bagno tra gel, specchio e pettinazzi vari!!!
Tze

blackstar ha detto...

federico, grazie.
che poi, non so se hai notato, c'è sempre qualche ridge di beautiful o un leonardo di caprio sparso in vetrina, chissà perchè poi. che tagli son quelli? io preferisco i tuoi di capelli.